Trapianto di Cornea

Di cosa si tratta

Si rende necessario quando la cornea perde in maniera irreversibile la sua trasparenza o assume una forma irregolare o diviene eccessivamente sottile rischiando di perforarsi.

L'intervento consiste nella sostituzione della cornea malata o di una sua parte con quella proveniente da un donatore. Diversamente dal passato , quando l'unico intervento disponibile consisteva sempre nella sostituzione della porzione centrale della cornea a tutto spessore, oggi possiamo decidere di sostituire soltanto la parte di tessuto malato, lasciando intatti i rimanenti strati della cornea.

 

Ciò ha permesso di ridurre l'aggressività chirurgica, i rischi di rigetto ed accelerare il recupero funzionale. A seconda dello strato corneale compromesso (stroma, endotelio) possiamo scegliere tra un trapianto lamellare anteriore profondo (DALK – Deep Anterior Lamellar Keratoplasty), in cui cui viene sostituita la sola porzione anteriore della cornea, senza perforare il bulbo oculare oppure un trapianto di solo endotelio corneale (DSAEK – Descemet Stripping Automated Endothelial Keratoplasty) ,risparmiando gli strati piu’ esterni.


Il trapianto di cornea a tutto spessore (PK o cheratoplastica perforante) viene tuttora riservato a tutti i casi in cui tutti gli strati della cornea sono danneggiati , e, di conseguenza non sono praticabili le tecniche sopra descritte. La scelta della tecnica indicata spetta al medico oculista dopo una valutazione complessiva del quadro clinico.

 

Le cornee donate vengono prelevate da cadavere, accuratamente selezionate, conservate in terreno di coltura ed inviate all’ospedale che ne faccia richiesta da parte delle BANCHE DELLE CORNEE, che certificano la qualità del tessuto inviato.

 

GIROTTO DOTT. GIANFRANCO OCULISTA | 32, Via Bidone - 10125 Torino (TO) - Italia | P.I. 01725600017 | Tel. +39 011 6507505   - Tel. +39 011 4677700 | dottorgirotto@outlook.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy